Miglior Hosting per WordPress: la mia esperienza.

Oggi come oggi esistono talmente tanti fornitori di servizi di hosting che è diventato abbastanza complicato sceglierne uno.

Scegliere un buon servizio di hosting è importantissimo per la buona riuscita di un blog o di un sito web, ma esiste davvero il miglior hosting per WordPress in assoluto?

Naturalmente, la risposta è un secco no.

Quello che è vero è che dovresti scegliere l’hosting provider più adatto alle tue esigenze, ma come puoi fare se lavori con lo stesso fornitore da anni oppure sei alle prime armi?

In questo articolo ti voglio raccontare la mia esperienza e voglio condividere con te le mie considerazioni in merito agli Internet Service Providers che ho provato personalmente negli ultimi 5 anni e mezzo.

E’ solo una questione di costi?

Molto spesso quando c’è la necessità di scegliere un hosting provider i gli unici fattori che vengono presi in considerazione sono:

  • il costo
  • le prestazioni

Il motivo per cui ci interessiamo al costo è piuttosto banale, mentre il beneficio che si ottiene avendo un hosting provider ad elevate prestazioni, sebbene venga ormai dato per scontato, non è così banale come sembra.

Tanto per cominciare, c’è da dire che WordPress, per come è strutturato, parte già un po’ svantaggiato in termini di prestazioni. Sia perché è un CMS e, in generale, i siti web dinamici sono più lenti di siti web statici, sia perché, essendo pensato per facilitare il più possibile il lavoro del web master, porta con sé tutta una serie di librerie e funzionalità che potrebbero anche non servire, ma che vengono comunque sempre caricate dal server durante la navigazione dell’utente.

Inoltre, chi ha già sviluppato qualche sito web in WordPress, si sarà reso subito conto che il caricamento delle varie sezioni del sito diventa via via più lento man mano che installiamo e attiviamo nuovi plugin, man mano che aggiungiamo pagine e articoli e quando cominciamo ad utilizzare temi con funzionalità molto complesse. Per non parlare della pesantezza di un plugin come WooCommerce che, seppur utilissimo, a volte può rallentare sensibilmente le prestazioni del nostro sito.

Perché quindi è importante tenere sempre sotto controllo le prestazioni di un sito web?

Per prima cosa, per i vostri utenti. E’ stato dimostrato che la soglia d’attenzione delle persone sta diminuendo proporzionalmente all’incremento della quantità di informazioni che riceve giornalmente. Quelli che, come me, hanno almeno tre o quattro decenni alle spalle, si saranno resi conto che è sempre più difficile rimanere concentrati sulla lettura di un libro, di un articolo di giornale o di un post su un blog (e proprio per questo motivo colgo l’occasione per ringraziarti se sei già arrivato a leggere fino qui!).

Questo è del tutto naturale, soprattutto sul web. Basta fare una ricerca su Google e in pochissimi secondi saremo sommersi da migliaia di annunci che promettono di fornirci la soluzione a tutti i nostri problemi.

Va da se che, essendo l’offerta così ampia, se clicco su uno dei link presenti nelle SERP di Google e la pagina che si dovrebbe aprire ci mette 20 secondi a caricarsi, la mia soglia d’attenzione è bella che superata.

E come reagisce l’utente?

Chiude la pagina oppure semplicemente torna indietro e clicca sul risultato successivo!

Non solo quindi, con un sito molto lento, si rischia di perdere un potenziale utente interessato ma, a monte, è Google stessa che, mentre indicizza e determina il posizionamento dei vari siti web in base alle varie parole chiave ricercate dagli utenti, premia i siti web che (tra le altre cose) hanno una velocità di caricamento più elevata.

Bene ma allora mi basta trovare un hosting provider economico e veloce?

Assolutamente no!

Ci sono altri fattori importantissimi di cui dovresti tenere conto, non solo se sei o vuoi diventare un Web Master, ma anche se vuoi gestire il tuo sito web in autonomia.

Alcuni dei fattori che, in base alla mia esperienza, reputo più importanti sono:

  • la praticità di gestione
  • il tipo supporto fornito e le modalità di interazione con i tecnici nel momento in cui si presenta un problema (chat, telefono, ticket, email, ecc.)
  • la lingua parlata dal supporto tecnico
  • l’ubicazione del Data Center dove risiede il vostro server

La praticità di gestione è un fattore importantissimo da tenere presente.

Fare un backup o una procedura di restore, creare un nuovo database, clonare un sito web per creare una versione “test” all’interno dello stesso dominio, sono tutti esempi di attività che, se non hai gli strumenti giusti, ti possono portare via un sacco di tempo.

Da questo punto di vista, ti consiglio vivamente di acquistare un servizio di hosting che metta a disposizione il cPanel, ovvero un pannello di controllo accessibile facilmente via web che permette la gestione del proprio spazio web, del database e di altri servizi a corredo messi a disposizione dell’hosting provider.

Aruba

Per fare un esempio, e cominciare ad elencare alcuni degli hosting provider che ho provato, il pannello di controllo che viene messo a disposizione in un pacchetto base di Aruba (ad esempio Hosting Linux Easy), non è un cPanel.

“Hosting Linux Easy”, è un pacchetto base con ha un’ottimo prezzo. Molti non amano Aruba come hosting provider, ma è pur sempre uno dei più diffusi. All’inizio del mio percorso come Web Master è stato uno degli hosting provider che utilizzavo maggiormente, soprattutto se il mio cliente voleva spendere poco.

Questo perché l’hosting condiviso di Aruba ha il vantaggio di essere molto semplice da gestire (anche se ha una serie molto limitata di funzionalità). Inoltre la società ha un supporto tecnico che può essere contattato abbastanza facilmente al telefono, durante il normale orario lavorativo, in Italiano. Non sempre i tecnici di Aruba sono stati in grado di risolvere i miei problemi tecnici (il che è più che plausibile se acquisti un servizio così economico), ma la maggior parte delle volte mi sono stati comunque d’aiuto e mi hanno suggerito pratiche e procedure utili per risolvere alcuni problemi.

Consiglierei Aruba a chi ha difficoltà ad interfacciarsi con tecnici che parlano la lingua inglese o se ti senti più a tuo agio a parlare telefonicamente piuttosto che attraverso ticket, email o chat (a dire la verità anche Aruba, per alcuni problemi, chiede di aprire un ticket piuttosto che rispondere direttamente al telefono).

Hostgator

Tra gli hosting provider più famosi che, al contrario di Aruba, forniscono un cPanel c’è HostGator.

A fronte di un costo leggermente superiore, garantisce funzionalità più pratiche e avanzate per la gestione del proprio spazio web. Un esempio tra tutti che ritengo molto importante è il fatto che su Aruba non è possibile, almeno fino ad oggi, caricare un file zip e fare l’unzip direttamente sul server. Può sembrare una banalità ma vi assicuro che la prima volta che vi troverete a fare la migrazione di un sito già esistente e pieno di contenuti oppure a fare un restore del vostro ultimo backup, questa possibilità vi sarà molto utile (per ulteriori informazioni puoi consultare questo mio articolo).

HostGator Web Hosting

Bluehost

Un altro ottimo hosting provider per WordPress è BlueHost. Anche questo un po’ più costoso del pacchetto Aruba già menzionato, ma è l’hosting raccomandato ufficialmente per WordPress su WordPress.org (o almeno così scrivono sul sito di BlueHost).

HostGator e BlueHost sono, a mio avviso, più o meno equivalenti. Permettono di gestire il proprio sito in modo efficiente, hanno prestazioni più che decenti, il supporto tecnico funziona piuttosto bene (hanno una chat attiva H24 tramite la quale si può chattare in tempo reale con un operatore) e anche i prezzi sono abbordabili.

Se invece c’è bisogno di prestazioni un po’ superiori ci sono altre due ottime soluzioni estremamente valide: SiteGround e FastComet.

SiteGround

SiteGround con una sede in Italia (SiteGround S.r.l.) e un datacenter a Milano è di gran lunga l’hosting provider che ho utilizzato di più e con cui mi sono trovato meglio fino ad oggi. Tra i principali vantaggi che ho riscontrato:

  • prestazioni superiori rispetto agli altri hosting provider menzionati
  • supporto tecnico gentile, esperto in WordPress, utile e disponibile via chat/telefono/email H24  (anche in Italiano)
  • vari sistemi di caching integrati, che ne migliorano le prestazioni
  • Integrazione semplice ed automatica di CloudFlare (anche questo fattore utilissimo per migliorare le prestazioni)
  • migrazione dal vecchio hosting gratuita
  • cPanel molto ricco di funzionalità

Raramente ho trovato un supporto tecnico così efficace. Generalmente cercano di risolvere i problemi con il supporto di primo livello, direttamente via chat. Tuttavia, quando il problema richiede un po’ più di tempo oppure c’è bisogno di coinvolgere il supporto di secondo livello, invece di chiederti di aprire un ticket descrivendo il problema (come fa la maggior parte degli hosting provider), ti chiedono il permesso di aprire un ticket al posto tuo, togliendoti quindi anche la scocciatura di dover spiegare di nuovo il problema da capo. Durante la chat, in ogni momento, se non sei soddisfatto del supporto che stai ricevendo puoi “scalare” la richiesta ad un tecnico di livello superiore con un semplice click. Sono attentissimi ai feedback forniti dal cliente e alla fine di ogni sessione di chat c’è sempre la possibilità di ricevere la trascrizione completa della chat (utilissimo per tenere traccia di eventuali configurazioni o impostazioni che ti hanno spiegato, nel caso non avessi preso nota) e di lasciare un feedback.

Web Hosting

FastComet

Un hosting provider che ho già utilizzato per qualche cliente e mi ha subito conquistato, sia per le prestazioni che per il supporto tecnico sempre disponibile.

FastComet presenta, oltre alle prestazioni notevoli anche per un hosting plan condiviso di base, come StartSmart, una serie di vantaggi che non tutti gli altri hosting provider forniscono quali, ad esempio:

  • Dominio gratuito per sempre (anche per tutti i rinnovi futuri)
  • Tutti i server con hard disk SSD, il che garantisce delle performance ottimali
  • Cloudflare CND gratuito e integrato
  • Backup giornalieri gratuiti (molti altri hosting provider fanno pagare il servizio backup a parte)
  • Rimborso completo entro 45 giorni dall’acquisto, se non si è soddisfatti
  • Prezzi fissi: alcuni hosting provider ti attirano con un prezzo di ingresso basso per poi aumentare, anche del doppio, il costo negli anni successivi; FastComet mantiene gli stessi prezzi anche per i rinnovi successivi al primo acquisto.

Punto di attenzione

A volte potrebbe richiesto (per policy aziendale della società committente o per il rispetto delle normative italiane sulla privacy) che il server sul quale installiamo il nostro sito web sia ubicato in Italia (se per qualche motivo avete dei dubbi su questo punto e pensate di ricadere in questa casistica, ti consiglio di contattare il vostro legale o quello della società che vi ha commissionato il sito web per chiedere più informazioni in merito). In questo caso, fai molta attenzione a scegliere un hosting provider con datacenter in Italia.

Conclusioni

Tutti gli hosting provider che ho elencato in questo articolo sono stati testati personalmente da me (per uno dei miei siti o per siti di miei clienti) e rappresentano tutti delle soluzioni praticabili, da valutare in base ai costi e a quello che bisogna realizzare.

Inoltre sappi che, se sceglierai uno degli hosting provider appena elencati, cliccando su uno dei link o dei banner presenti in questo articolo, aiuterai BLOGWP.IT a crescere. Per te è gratis (l’hosting provider non ti addebiterà nessun margine o costo extra), e per noi sarà un importante contributo per sostenere i nostri sforzi.

Per qualsiasi domanda, chiarimento o approfondimento non esitate a scrivere qui sotto nei commenti oppure contattatemi attraverso il contact form presente nella pagina dei contatti.

2 commenti
  1. Davide

    Io personalmente per i miei lavori ho scelto hostingperte e devo dire che mi trovo davvero molto bene. I prezzi sono nella norma, mi garantisce la connettività italiana al 100% e, rispetto a quelli elencati, l’assistenza è davvero molto molto puntuale ed attenta.

    Rispondi
    • Massimiliano
      Massimiliano dice:

      Ciao Davide,

      Grazie per il tuo contributo, terrò presente anche “Hosting Per Te” e se avrò modo di utilizzarlo lo inserirò tra quelli elencati in questo articolo. Io mi sono trovato molto bene anche con l’assistenza di Siteground, nulla da eccepire a mio avviso. Spero di avere presto modo di provarlo per poter confrontare anche le prestazioni.

      Grazie,
      Massimiliano

      Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *